oggi è Martedì, 21 Nov 2017
   
Messaggio
  • UE - Direttiva e-Privacy

    Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni con fini statistici. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo. In mancanza di accettazione alcune funzioni potrebbero non funzionare correttamente.

    Visualizza Documenti sulla Direttiva UE e-Privacy

Ordinanza divieto di volantinaggio PDF Stampa E-mail
Lunedì 17 Agosto 2009 00:00

Da diverso tempo si assiste nel nostro centro abitato ad un degrado ambientale dovuto alla dispersione per le strade di volantini o depliant pubblicitari.A creare ciò sono alcune attività commerciali che, per reclamizzare prodotti, divulgare promozioni o informazioni varie, incaricano soggetti privati a distribuire il materiale pubblicitario.

A creare ciò sono alcune attività commerciali che, per reclamizzare prodotti, divulgare promozioni o informazioni varie, incaricano soggetti privati a distribuire il materiale pubblicitario.La distribuzione di regola dovrebbe avvenire con consegna a mano o nelle apposite cassette della posta delle abitazioni (previo il pagamento dell’ imposta dovuta al Comune), invece si ritrovano volantini nei parabrezza delle macchine o gettati per strada dando origine ad una notevole quantità di rifiuti con evidente degrado dell’ ambiente urbano.

Tale esorbitante spargimento di fogli di carta nelle strade, oltre a inquinare l’ambiente provoca un aggravio di spese a questo Ente che è costretto ad impegnare uomini, mezzi e risorse finanziarie per la loro raccolta senza per altro riuscirci sufficientemente a causa sia della velocità di distribuzione del materiale sparso sul suolo, sia spesso, per l’intervento di fattori atmosferici quali pioggia e vento, che contribuiscono alla disseminazione in tutte le vie.Per ovviare a tale grave problema, il Sindaco di Cammarata ha emanato l’ordinanza n. 106 del 6 agosto 2009, che vieta tassativamente la distribuzione di detto materiale pubblicitario, che dovrà essere effettuato esclusivamente a mano o nelle apposite cassette della posta delle abitazioni.Le sanzioni, per chi viola tali disposizioni, saranno a carico dell’intestatario della pubblicità e del personale addetto alla distribuzione obbligato in solido e saranno applicate per ogni punto di distribuzione ovvero per ciascun volantino reperito per strada in quanto costituenti prova di violazioni continuate, ferma restando l’applicazione dell’art. 8 della Legge 689/81