oggi è Martedì, 20 Feb 2018
   
Messaggio
  • UE - Direttiva e-Privacy

    Questo sito utilizza cookies per gestire le autenticazioni, la navigazione, e per altre funzioni con fini statistici. Utilizzando il nostro sito accetti il fatto che possiamo caricare questo tipo di cookies nel tuo dispositivo. In mancanza di accettazione alcune funzioni potrebbero non funzionare correttamente.

    Visualizza Documenti sulla Direttiva UE e-Privacy

Contributi giovani imprenditori PDF Stampa E-mail
Venerdì 29 Dicembre 2017 10:32
CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER L'AVVIO DI NUOVE INIZIATIVE IMPRENDITORIALI
Il Comune di Cammarata intende promuovere l'autoimprenditorialità dei giovani Cammaratesi, attraverso l'erogazione di contributi a fondo perduto.
Le nuove iniziative imprenditoriali dovranno riguardare i settori del commercio, dell'artigianato, dell' industria , del turismo e dei servizi .
Destinatari sono i giovani compresi tra i 18 ei 40 anni sia in forma singola che in qualità di rappresentanti legali di ditte individuali o soci di società di persone o di capitali, che abbiano i requisiti elencati nell'avviso pubblico allegato alla Determina del responsabile Area Socio Culturale Demografica n.67 del 19-12-2017.
Le domande redatte su carta legale dovranno pervenire, pena esclusione, utilizzando esclusivamente il modulo predisposto dal Comune entro il 16/02/2018.
AVVISO E MODULI SCARICABILI DALL'ALBO PRETORIO DI QUESTO SITO.
 
Avviso piano triennale anticorruzione 2017-2020 PDF Stampa E-mail
Venerdì 22 Dicembre 2017 12:21
CONSULTAZIONE PUBBLICA PER LA REDAZIONE DEL PIANO TRIENNALE 2018-2020 PER LA PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELLA TRASPARENZA
Il Segretario Comunale, Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza, invita i Cittadini, le Organizzazioni sindacali rappresentative presenti all’interno dell’amministrazione, le Associazioni rappresentate nel Consiglio Nazionale dei consumatori e degli utenti che operano nel settore, nonché le associazioni o altre forme di organizzazioni rappresentative di particolari interessi e dei soggetti che operano nel settore e che fruiscono delle attività e dei servizi prestati dal Comune di Cammarata a presentare, ENTRO LE ORE 12,00 DEL GIORNO 15 GENNAIO 2018, indirizzate al Responsabile della Prevenzione e della Corruzione, a mezzo PEC, Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. o raccomandata a/r (dovrà prevenire nel termine fissato), o consegna a mani al protocollo dell’Ente, eventuali proposte od osservazioni in merito al Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza 2017/2019 , che saranno prese in considerazione ai fini di aggiornamento e di successiva approvazione per il triennio 2018/2020.
Per la consultazione si rinvia al Piano Triennale di prevenzione della Corruzione Periodo 2017/2019 approvato dalla G.C. con Delibera n. 08 del 03.02.2017 , pubblicato sul questo sito Istituzionale nell'area  “ Amministrazione Trasparente “ Altri Contenuti – Corruzione".
 
reddito-di-inclusioneREDDITO DI INCLUSIONE 
Si porta a conoscenza che con L. 33/2017 (legge delega per il contrasto alla povertà) e con D. Lgs. n.147/2017 (disposizioni per l’introduzione di una misura nazionale di contrasto alla povertà) è stato introdotto il REI - Reddito di Inclusione - il quale verrà erogato dal 1° gennaio 2018 agli aventi diritto che abbiano presentato apposita domanda a partire dal 1° dicembre 2017.
Detta misura si compone di due parti: un beneficio economico erogato mensilmente attraverso una carta di pagamento elettronica e un progetto personalizzato di attivazione di inclusione sociale e lavorativa.
Leggi tutto...
 
aiuole2Il Comune affida la gestione delle aiuole e delle aree a verde alla cura dei privati.
Il Comune di Cammarata ha approvato un Regolamento mediante il quale viene data la possibilità ai privati, di adottare aiuole, giardini, spazi verdi di proprietà Comunale, ovvero realizzare nuove aree a verde.
Nel centro abitato di Cammarata esistono diversi spazi verdi, attualmente ben curati dal personale comunale, tuttavia al fine di conservare, migliorare e incrementare il verde ed il decoro urbano, alcuni gruppi consiliari hanno proposto un regolamento, che è stato approvato all’unanimità da tutti i consiglieri.
L’adozione e/o la realizzazione avverrà attraverso la sottoscrizione di una convenzione sottoscritta tra le parti con la quale i soggetti che ne fanno richiesta si impegnano a rispettare quanto stabilito nel regolamento.
Nel caso di realizzazione di nuovi spazi, occorre preliminarmente presentare un progetto esecutivo all’Ufficio Tecnico Comunale che ne deciderà la fattibilità tecnica-economica.
Inoltre, al fine di incentivare l’adozione di dette aree, da parte di imprese, associazioni, operatori commerciali, studi professionali, banche, istituzioni scolastiche o di altri soggetti privati, gli assegnatari avranno la facoltà di posizionare, nell’area affidatagli e per tutto il periodo della convenzione, un cartello recante un proprio logo o sponsor.
Il Regolamento e i relativi allegati sono scaricabili da questo sito istituzionale nella sezione REGOLAMENTI.
 
E-mail
stemma a colori cammarata Siglata convenzione tra Comune di Cammarata e l'UEPE che permette l'esecuzione delle pene dei detenuti in maniera alternativa
In data 27/07/2017 è stata sottoscritta la Convenzione tra il Comune di Cammarata e l'Ufficio per l'Esecuzione Penale Esterna (U.E.P.E.), già approvata con deliberazione di G.M. n. 72 del 14/07/2017, per permettere l'inserimento di soggetti sottoposti a provvedimenti giudiziari in attività risocializzanti e/o di
volontariato a favore della collettività.
La convenzione ha le seguenti finalità:
Promuovere azioni concordi di sensibilizzazione nei confronti della comunità locale rispetto al sostegno e al reinserimento di persone in esecuzione penale;
Promuovere la conoscenza e lo sviluppo di attività riparative a favore della collettività;
Favorire la costituzione di una rete di risorse che accolgano i soggetti ammessi a misura alternativa o ammessi alla sospensione del procedimento con messa alla prova che hanno aderito a un progetto riparativo.
La convenzione si fonda sul principio costituzionale che le pene non possono consistere in trattamenti contrari al senso di umanità e devono tendere alla rieducazione del condannato.
L'ordinamento giudiziario prevede, inoltre, che il detenuto può essere ammesso al lavoro all’esterno per svolgere attività a titolo di volontariato e gratuito, al fine di promuovere un processo di modificazione delle condizioni e degli atteggiamenti personali, nonché delle relazioni familiari e sociali che sono di ostacolo ad una costruttiva partecipazione sociale.
A stipulare la convenzione sono stati: il sindaco Dott.Vincenzo Giambrone e il Direttore dell'UEPE dott.ssa Rosa Maria Miraglia.
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 4